2017: anno della semina
L’Italia è il campo, il paese della nostra missione

Siamo tutti chiamati a raggiungere con l’annuncio del Vangelo della Grazia quanti vivono nel peccato, donne e uomini per i quali Gesù è morto e risorto. Dedichiamo l’anno 2017 alla ricerca del battesimo nello Spirito Santo e all’evangelizzazione. Tutti i credenti delle Chiese Cristiane Evangeliche Assemblee di Dio in Italia sono invitati a promuovere una maggior consacrazione al mandato del Signore Gesù:
• ritornando allo studio della Parola di Dio
• ricercando il battesimo nello Spirito Santo e una continua pienezza
• richiedendo al Signore guida soprannaturale onde raggiungere persone e luoghi
• raggiungendo con l’Evangelo località o quartieri dove non vi è testimonianza pentecostale
• rifiutando ogni distrazione per collaborare con l’evangelizzazione ad opera della propria comunità di appartenenza

MISSIONE INTERNA

CHI SIAMO

Il Dipartimento della Missione interna delle Assemblee di Dio in Italia nasce dalla costatazione dello stato di estrema necessità spirituale nella quale versa il nostro Paese. Circa trentottomila comuni, che costellano il nostro paese dalle Alpi alla Sicilia, devono essere ancora raggiunti dalla predicazione dell’Evangelo. Le aree metropolitane densamente popolate, dove risiedono milioni di abitanti, non possono essere considerate sature ma piuttosto immensi campi di missione.

COSA FACCIAMO

Perseguiamo due obiettivi: il primo è interno alle singole chiese, si tratta di promuovere un ritorno alle riunioni di ricerca del battesimo nello Spirito Santo, con il fine evidente di incoraggiare ogni singolo credente alla testimonianza e le comunità stesse all’evangelizzazione della propria città e dei centri vicini; Il  secondo obiettivo è esterno alle chiese, in collaborazione con i Comitati di Zona vengono innanzitutto indicate località non ancora evangelizzate e quindi coordinati gli sforzi affinché vengano raggiunte da credenti biblicamente qualificati

DOVE ANDIAMO

Premesso che le comunità locali sono autonome, libere nel perseguire la visione biblica e nella ricerca della guida dello Spirito Santo, il Dipartimento, assolto il compito d’esortazione, promuove l’evangelizzazione in due grandi aree

L’evangelizzazione di località senza testimonianza pentecostale

L’evangelizzazione delle grandi aree urbane

CHI E’ RESPONSABILE

Ogni credente nato di nuovo è chiamato dal Signore alla testimonianza dell’Evangelo, questo è il primo, irrinunciabile, mezzo per annunciare l’Evangelo

Le comunità locali sono, dopo il singolo credente, gli attori principali di quest’opera entusiasmante

I media costituiscono un importante mezzo per annunciare l’Evangelo, oramai il loro impiego è complementare, così il WEB ed FM coabitano, raggiungendo anche tipologie diverse di ascoltatori. Ad essi si aggiungono le ormai tradizionali televisione e carta stampata

…GUAI A ME, SE NON EVANGELIZZO

1Corinzi 9:16

Missione Interna: più che
un dipartimento, un comandamento

Il Signore Gesù ha stabilito quale unica missione dei redenti l’annuncio dell’Evangelo: “Andate per tutto il mondo e predicate l’evangelo ad ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi non avrà creduto sarà condannato. Or questi sono i segni che accompagneranno coloro che avranno creduto: nel nome mio cacceranno i demonî; parleranno in lingue nuove; prenderanno in mano dei serpenti; e se pur bevessero alcunché di mortifero, non ne avranno alcun male; imporranno le mani agl’infermi ed essi guariranno” (Marco 16:15-19).

Alla luce dell’insegnamento neotestamentario è stato istituito il Dipartimento della Missione Interna per assolvere ad un duplice compito.

In primo luogo promuovere un’opera d’incoraggiamento biblico a favore di tutti i credenti ed in secondo luogo concertare su scala nazionale il raggiungimento di obiettivi particolari, utilizzando i mezzi a disposizione secondo il metodo indicato dalla Parola di Dio.

Circa settemila comuni che costellano il nostro paese dalle Alpi alla Sicilia devono essere raggiunti dalla predicazione dell’Evangelo. Aree metropolitane densamente popolate, dove risiedono milioni di abitanti, non possono essere considerate sature, piuttosto sono immensi campi di missione.

8.047 comuni, 1.030 comunità:
L’urgenza di evangelizzare l'Italia

Ci sono troppi luoghi della nostra nazione senza un locale di culto aperto al pubblico

 

L’Italia conta al 1 marzo 2015 ben 8.047 comuni. Le chiese delle Assemblee di Dio in Italia sono presenti sul territorio nazionale con 1030 comunità, gruppi o stazioni aperte al pubblico, diverse fra esse insistono sullo stesso Comune, pertanto i centri raggiunti sono meno del numero sopra indicato. Se restringiamo l’attenzione ai comuni con più di 50.000 abitanti scopriremo che in Italia sono 146, fra questi otto devono essere raggiunti dalla testimonianza evangelica. Man mano si procede nella conta dei comuni italiani in ordine decrescente di popolazione aumenta il numero di quelli presso i quali non vi è un locale di culto aperto al pubblico.

Ma riceverete potenza quando lo Spirito Santo verrà su di voi, e mi sarete testimoni

Atti degli Apostoli 1 8

Sei entrato per la prima volta in questo sito? Non sai chi siamo? Soprattutto vuoi porre domande riguardo la fede cristiana? Non esitare, contattaci. Utilizza questo form, saremo felici di risponderti!

Care sorelle e fratelli in Cristo qualora foste a conoscenza del trasferimento di credenti o di amici desiderosi di ascoltare il messaggio dell’Evangelo presso località italiane dove non vi è la testimonianza pentecostale, fate presente al pastore della vostra comunità di appartenenza la possibilità di contattarci attraverso questo sito, provvederemo ad organizzare un incontro.

Le nostre news

Le notizie dalle nostre missioni interne

PISTOIA, LA PRIMA RIUNIONE DI CULTO ALL’APERTO

pistoia

Sabato 7 gennaio si è svolto a Pistoia la prima riunione di culto aperta al pubblico presso lo spazio polivalente in via Bure Vecchia Sud, 12, località Nespolo. Gli incontri proseguiranno ogni mercoledì alle ore 20,00 e domenica alle 10,30. Pistoia era un capoluogo di provincia con più di 50.000 abitanti senza testimonianza evangelica pentecostale e, da sabato, il nome di

Read More

LA COMUNITA’ DI LAMPEDUSA E IL CENTRO ADI-CAI

porto-di-lampedusa

La testimonianza pentecostale ADI a Lampedusa inizia nell’anno 2005. Alla base di tutto è l’incontro tra la sorella Angela D’Ippolito “di origine lampedusana” (chiesa ADI di Agrigento) e la sorella Marianna Attanà “di origine calabrese” (chiesa ADI di Taurianova). Insieme. le due sorelle, spinte dal fuoco dello Spirito Santo, si dedicano all’evangelizzazione dell’isola iniziando dai parenti della sorella Angela, e continuando

Read More

Moncallieri ha la sua testimonianza!

MoncalieriPonte34FAMiola20110810

I Comuni italiani con più di cinquantamila abitanti nei quali non vi è un locale di culto delle Assemblee di Dio sono sette: Pistoia, Sesto San Giovanni, Fiumicino, Massa, Molfetta, Scandicci, Collegno. Grazie a Dio in questi mesi sono state raggiunte Faenza e Moncalieri in provincia di Torino, quest’ultimo è il primo comune per popolazione dell’aerea metropolitana del capoluogo piemontese. L’iniziativa è scaturita

Read More

CONTATTACI

Vuoi saperne di più sul nostro Dipartimento? Sulle attività delle Assemblee di Dio in Italia o vuoi sapere chi è Gesù e cosa può fare nella tua vita? Contattaci facilmente agli indirizzi classici o scrivici un messaggio.